Una vacanza a Londra spendendo poco

Vacanza a Londra spendendo poco
1 Flares 1 Flares ×

Londra è considerata tra le città più costose per i turisti, ma questo è un clamoroso falso! È costosa, è vero, e anche tanto, per i turisti sprovveduti: è molto facile cadere nei tranelli e spendere molto più del necessario.

Quello che dobbiamo lasciare a casa è l’abitudine a non stare attenti ai soldi che si spendono, non è raro infatti trovare due bed & breakfast uno a fianco dell’altro, uguali in tutto e per tutto, uno a 30 sterline per notte e l’altro a 100.

Come si fa allora per districarsi, da turista, in questa immensa città?

Proviamo ad immaginare la nostra vacanza a Londra e percorrerla dall’inizio, partiamo con il volo, le compagnie low cost offrono tariffe estremamente vantaggiose, ma ciò non basta.

Primo suggerimento: le date del nostro viaggio sono vincolate? Se abbiamo una certa flessibilità, possiamo spostare le date e la durata della permanenza, proprio in funzione delle tariffe del volo, questo ci permetterà di passare, per esempio, da più di 100 a meno di 30 euro per un volo Milano-Londra.

Ma il volo non è tutto, utilizziamo Internet e pensiamo già allo spostamento dall’aeroporto al nostro alloggio sia in termini di costo che di comodità.

Un esempio: Luton è lontano e generalmente considerato più scomodo di Heathrow, ma se abbiamo prenotato un bed and breakfast a Camden per visitare il famoso mercato, da luton ci vogliono 40 minuti e pochi euro, mentre a partire da Heathrow non bastano 2 ore.

Altro tema su cui stare attenti è quello dei trasporti, in base a come vogliamo muoverci per visitare Londra, abbiamo sempre la scelta tra biglietto singola corsa e travelcard giornaliera o settimanale.

Solitamente il turista sceglie la comodità della travelcard che copre tutto il periodo, ma è proprio qui che ci lascia un altro centinaio di euro, la Oyster card adesso aiuta parecchio, scegliendo per noi la combinazione più conveniente, ma il consiglio è sempre quello di prestare attenzione alle diverse opportunità, da oltre 100 possiamo arrivare a una ventina per coprire tutti gli spostamenti di una settimana.

Anche la scelta del nostro tragitto contribuisce all’ottimizzazione dei costi (e tempi) dei trasporti, stiamo facendo i turisti: se scegliamo di visitare nello stesso giorno posti vicini tra di loro, vediamo più cose, ci spostiamo a piedi vivendo meglio la città e risparmiamo parecchio sui trasporti.

Anche per questo Internet ci viene in aiuto, programmare la nostra gita prima di arrivare a Londra ci fa tra l’altro pregustare l’acquolina qualche giorno prima, prolungando il piacere della vacanza.

Non possiamo vedere tutto in una settimana e spesso dobbiamo scegliere tra due luoghi validi entrambi, perché allora non usare anche il prezzo del biglietto d’ingresso come criterio?

A Londra ci sono moltissime cose da vedere gratis: musei, chiese, parchi, gallerie d’arte e tante altre attrazioni!

Potremmo anche scegliere di vedere solo monumenti gratuiti e riuscire a riempire con abbondanza la nostra vacanza, vedendo le cose più belle che Londra ha da offrire.

Prima di decidere “sulla fiducia” di acquistare carte turistiche (come la London Pass), facciamo bene i nostri conti: siamo sicuri che nei tempi coperti riusciamo ad ammortizzarla? In due giorni riusciamo a vedere davvero tutto quello che copre, coprendo i costi di acquisto? Probabilmente va bene se si va in pari, con il rischio aggiuntivo che un cambio di programma potrebbe compromettere la convenienza.

L’alloggio, un attento mix tra comodità e convenienza permette di fare acrobazie di risparmio, il bagno in camera non è ovvio come da noi, quindi va sempre richiesto, attenzione appunto a prezzi troppo bassi, io do per scontato che il bagno in camera ci DEVE essere!

A questo punto dobbiamo decidere lo stile di soggiorno: hotel tradizionale o bed and breakfast? La seconda scelta offre le soluzioni più economiche e una maggior ospitalità in generale, se per noi vivere la vacanza è anche un po’ vivere la vita del posto, il B&B è una scelta obbligata: gli inglesi lo offrono e lo usano quando si spostano.

Per andare su tariffe ancora più basse, ci sono molti ostelli.

Il prezzo dipende poi dalla zona in cui si risiede, la zona 2 è quella che offre il miglior rapporto tra prezzo speso e comodità, con circa 30 euro per notte si sta in una camera singola e 50 in una doppia, attenzione: la double room è la camera matrimoniale, la twin room è la camera doppia con due letti singoli.

Come e cosa mangiare, è risaputo che a Londra si mangia male e si spende tanto, non è vero!

È vero invece che a Londra ci sono moltissimi ristoranti frequentati esclusivamente da turisti in cui si mangia male e si spende tanto.

Chi va a Londra per mangiare al “ristorante italiano” o una bella “pizza da mario”, forse si merita proprio di mangiare male.

Per mangiare bene e pagare cifre ragionevoli a Londra, così come in tutto il mondo, si deve mangiare secondo le abitudini locali.

Gli inglesi cenano nei Pub, se andiamo in un Pub per cena, oltre che dell’ottima birra, possiamo gustare un meraviglioso spezzatino (Stew), o della carne alla griglia e pagare la cena poco più di 10 euro.

Questi sono solo alcuni dei moltissimi accorgimenti che si possono consigliare a che vuole fare una splendida gita a Londra.

Seguendoli tutti e con una buona malizia da viaggiatore, si può passare un’intera settimana a Londra pagando 500 euro per tutto, non facendoci mancare nessuna delle comodità a cui non vogliamo rinunciare.

1 Flares Facebook 0 Twitter 0 Google+ 1 LinkedIn 0 1 Flares ×