5 Cose da fare a Napoli

5 Cose da fare a Napoli
0 Flares 0 Flares ×

Napoli è una città al tempo stesso molto antica e ricca di arte, tradizioni e cultura: fondata dai Greci, ha visto succedersi le dominazioni romana, normanna, sveva, angioina, spagnola, finché con i Borboni divenne la seconda capitale più importante e grande di tutta Europa.

Per questo si può dire che non esiste una sola Napoli, ma diverse città legate da un filo comune.

È difficile dire quali sono le 5 cose migliori da fare a Napoli, perché vi sono decine e decine di luoghi simbolo, come fortezze, monumenti, chiese, musei e palazzi.

Innanzitutto merita una visita il Museo Archeologico di Napoli: nato come scuola di equitazione, è stato inaugurato nel 1816. A causa del pregio e della quantità delle opere esposte, è uno dei più importanti musei archeologici al mondo.

Vi si trovano i reperti degli scavi di Pompei, la collezione Santangelo di monete antiche e la collezione Borgia di antichità egizie e greche. Il Gabinetto segreto è un gioiello da non perdere e ospita sculture antiche e affreschi sul tema dell’elegante erotismo.

Un’altra cosa da fare a Napoli è visitare la Città Sotterranea: infatti sotto la metropoli ce n’è un’altra, scavata nel corso dei secoli nel tufo. È composta da un labirinto, di grotte, anfratti e cunicoli, che si possono visitare attraverso due percorsi diversi: a uno si accede da una botola di una casa privata e conduce al Teatro romano di Nerone.

Il percorso classico, invece, parte da Via dei Tribunali, attraversa l’acquedotto greco-romano, tocca il Museo della Guerra e i rifugi antiaerei e gli orti sotterranei. Un luogo legato indissolubilmente alla storia e alla cultura di Napoli è il culto di San Gennaro, il patrono della città e figura oggetto di un sentimento di devozione viscerale e fortissimo.

Al santo è dedicato il Duomo di Napoli: qui si trovano numerose cappelle di potenti famiglie napoletane, i dipinti di Luca Giordano e il Tesoro di San Gennaro.

Nel centro antico di Napoli non si può mancare di visitare il Museo Cappella Sansevero, capolavoro artistico senza pari. Si tratta di un vero e proprio mausoleo fatto realizzare dal principe di Sansevero Raimondo di Sangro e al cui centro il Cristo velato, una delle sculture più suggestive e famose di Giuseppe Sanmartino.

Infine a Napoli non si può evitare di gustare le specialità gastronomiche locali, prime fra tutte la pizza, la pastiera, i babà e gli struffoli. Per avere un soggiorno al top nella città partenopea è consigliabile scegliere un b&b in via dei tribunali. Si trova in pieno centro e da qui si possono raggiungere tutti i punti di maggiore interesse.

0 Flares Facebook 0 Twitter 0 Google+ 0 LinkedIn 0 0 Flares ×