I pericoli al mare

pericoli al mare
0 Flares 0 Flares ×

Quando si va in vacanza, si pensa solo a divertirsi, a prendere il sole e a riposarsi dopo un anno di lavoro. Ci sono tuttavia alcuni pericoli cui fare attenzione se si sceglie di trascorrere le ferie al mare.

La scottatura causata dall’esposizione al sole è una delle seccature più frequenti. La pelle, colpita dai raggi solari, può arrossarsi e formare delle bolle chiamate eritemi. E’ necessario perciò proteggerci e proteggere i nostri bambini, utilizzando creme solari, da applicare nuovamente dopo il bagno, ed evitando la spiaggia nelle ore più calde della giornata. Importante è anche salvaguardare la salute degli occhi con occhiali da sole a marchio Cee.

Un altro pericolo cui stare attenti, specialmente nei primi giorni della vacanza, è il colpo di calore. Se la temperatura è troppo alta, soprattutto se c’è una notevole differenza tra il clima esterno e quello interno regolato dai condizionatori, si rischia di andare incontro a questo disturbo. Il colpo di calore si presenta con febbre, nausea, mal di testa, sudorazione eccessiva e sensazione di confusione mentale. E’ molto pericoloso per anziani e bambini, ma lo si può prevenire evitando gli sbalzi di temperatura, e cercando di bere più acqua possibile.

Quando si fa il bagno in mare, bisogna osservare alcune semplici regole, prima fra tutte quella di non entrare in acqua a stomaco pieno. La possibilità di una congestione non è affatto remota, con tutti i danni che essa può arrecare all’organismo, fino a diventare letale. Il consiglio è quello di attendere un paio d’ore prima di entrare in acqua, anche tre ore se si è consumato un pranzo sostanzioso.

Nei nostri mari è sempre presente anche il rischio meduse. Se si entra a contatto con questo animale, la pelle della zona si arrossa e causa dolore. E’ difficile individuare le meduse e stare lontani da esse. Se capita uno di questi brutti incontri, la cosa da fare subito è lavare l’area interessata con l’ammoniaca, poi attendere che il gonfiore sia passato.

In acqua un altro dei pericoli cui prestare attenzione sono le imbarcazioni, che dovrebbero tenersi al di là delle apposite boe, ma che spesso si avvicinano a riva. Ci si deve sempre accertare che non vi sia navigazione nella zona in cui ci si sta bagnando, perché ci si può ferire con le eliche, le quali sono affilatissime e provocano gravi tagli.

Prima di decidere di fare il bagno, inoltre, è buona norma osservare la bandiera esposta dal bagnino. Se è di colore rosso, ciò significa che entrare in acqua è pericoloso, a causa delle condizioni del mare o del tempo. In questo caso, è meglio evitare di tuffarsi, fino a che la situazione non cambia.

Uno dei pericoli, specie nelle spiagge libere, è il vento, che può sradicare gli ombrelloni, i quali sono pesanti e appuntiti. Se la giornata è ventosa è bene controllare che l’ombrellone sia ben saldo in terra, ed eventualmente avvisare gli altri presenti se il loro sembra pericolante.

Se si pone attenzione e si è prudenti, sarà possibile trascorrere una vacanza piacevole e senza rischi. E godere di tutto il divertimento e il relax che il mare può offrire.

0 Flares Facebook 0 Twitter 0 Google+ 0 LinkedIn 0 0 Flares ×