Spring break: come festeggiare l’arrivo della primavera negli USA

Spring break: come festeggiare l'arrivo della primavera negli USA
0 Flares 0 Flares ×

Stando alla definizione ufficiale su https://it.wikipedia.org/wiki/Spring_break, lo Spring Break è una tradizione accademica che prevede una settimana di vacanza che numerosi studenti degli Stati Uniti e di un certo numero di altri paesi hanno a disposizione e si concedono a inizio primavera. Negli USA questa tradizione si sta orientando sempre più verso feste trasgressive, a cui partecipare in gruppo, per passare le prime giornate della bella stagione in località conosciute in tutto il mondo, come Miami in Florida o Cancun in Messico. Gli studenti universitari organizzano pullman per spostarsi da uno Stato all’altro, ma ormai sono sempre di più i turisti che, attirati dagli eventi e dalle iniziative organizzate, decidono di concedersi una settimana in America, per prendere parte ai festeggiamenti.

In America l’equinozio di primavera corrisponde alla fine dell’anno scolastico e, con l’arrivo delle giornate soleggiate, tra i giovani cresce la voglia di fare baldoria e divertirsi in gruppo, quindi gli studenti si concedono una vacanza nelle più famose località turistiche della nazione. Sebbene alcune feste vengano organizzate anche in Europa, molti ragazzi preferiscono spesso trascorrere lo Spring Break nelle tipiche mete americane. I cittadini di Paesi stranieri che desiderano visitare gli Stati Uniti per lavoro o per divertimento, devono richiedere un Visto ESTA. Per gli italiani questa procedura è estremamente semplice: basta richiedere un’autorizzazione e collegare il visto al passaporto, per rimanere negli USA fino a 90 giorni. Per avere tutti i dettagli e conoscere le procedure da seguire è possibile visitare il sito https://www.visto-usa.it/.

Le date delle vacanze di primavera cambiano nei vari Paesi, a seconda del periodo di pausa tra il primo ed il secondo semestre nelle varie università, tuttavia nella maggior parte dei casi questo periodo di ferie è compreso tra il 16 marzo ed il 5 aprile. Le coste della Florida sono da sempre tra le mete più ambite dai giovani americani. Tutti conoscono i tipici film girati in queste zone, con lunghi tratti di costa sempre affollati, pieni di ragazze in bichini e ragazzi dai fisici scultorei, strutture pensate per garantire ogni genere di servizio e le tipiche palme, per offrire un po’ di riparo nelle giornate più calde.

Durante lo Spring Break queste città diventano ancora più vive e i party sulla spiaggia si susseguono ininterrottamente, di mattina e di giorno. Nelle città come Miami si riversano migliaia di visitatori pronti a divertirsi e località come South Beach diventano lo scenario perfetto per festival musicali, giornate al mare con gli amici e serate nei locali della nightlife, in cui conoscere tante persone e magari trovare qualche partner interessante.

Anche la California, con le sue spiagge mozzafiato e il clima sempre mite, è una destinazione perfetta per lo Spring Break. San Diego offre tratti di costa meravigliosi, come Pacific Beach, particolarmente apprezzata dagli sportivi che vogliono trascorrere la propria vacanza surfando o giocando a beach volley; oltre alle spiagge, la città ha tante altre attrazioni da visitare, come il Sea World o lo zoo, con quasi 4000 specie diverse di animali.

Los Angeles è una di quelle mete capaci di soddisfare qualsiasi esigenza, in quanto ha spiagge, parchi divertimenti, negozi di fama internazionale e i celebri Universal Studios. Gli amanti dello shopping possono avventurarsi per la Sunset Boulevard e passare le giornate nelle boutique più prestigiose, mentre chi vuole divertirsi deve assolutamente farsi un giro sulle montagne russe e sulle ruote panoramiche oppure passare per Disneyland. La sera poi ci sono tantissimi eventi musicali e teatrali in zone famose in tutto il mondo, come il molo di Santa Monica.
Infine chi passa per la California non può non visitare San Francisco. Anche qui il tempo passa velocemente, tra i giri sui cable car, le passeggiate per i quartieri come Fisherman’s Wharf e i tour gastronomici tra Blue Bottle Coffee, Burma Superstar e Dandelion Chocolate. Naturalmente non può mancare la classica foto di rito con il Golden Gate Bridge sullo sfondo, magari con il tramonto che muore sullo sfondo e le prime luci della città che cominciano ad illuminare la sera.

0 Flares Facebook 0 Twitter 0 Google+ 0 LinkedIn 0 0 Flares ×